Comune di Novara
Numero verde URP 800500257

novara hub del nord ovest

 

 

 
 Home > vivere la cittÓ > monumenti

COMUNE DI NOVARA

I PRINCIPALI MONUMENTI DELLA CITTÀ

Seleziona il monumento: 

CHIESA DI SANT'EUFEMIA

La chiesa di Sant'Eufemia, in via Magnani Ricotti 15, venne ricostruita a partire dal 1666, su commissione della Confraternita omonima, secondo le Instructiones di Carlo Borromeo e completata nel 1698. Rappresenta uno degli edifici sacri esemplari della Controriforma. La chiesa, con annessa la confraternita di San Defendente, poi aggregata alla SS. Trinità dei Pellegrini di Roma, possiede un'elegante facciata concava, costruita tra il 1694 e il 1698. Partita in fasce orizzontali da cornici aggettanti, ha al centro un protiro sostenuto da snelle colonne e sormontato da una grandiosa finestra, sopra la quale si erge un timpano ad arco ribassato. E' organizzata con transetto e coro ad una sola navata e contiene opere pittoriche di buon livello e ottimi intagli lignei.
Fra i dipinti sono da segnalare: la tela di G. Pianca Martirio di un Santo datata 1745, quella firmata da Sant'Agostino e datata 1677 raffigurante l'Assunta fra Santi, il dipinto seicentesco di Bartolomeo Vandoni raffigurante Sant'Omobono e l'affresco quattrocentesco collocato nel coro. Gli intagli arricchiscono il pulpito di forme barocche, eseguito fra il 1682 e il 1683 dal novarese A. F. Vallo e il coro, dagli accenti rococò, scolpito da G. Olivarez da Corbetta e da P. Barengo di Magenta e messo in opera nel 1775. L'arredo della chiesa è completato da monumenti funebri marmorei: quello del conte Giuseppe Tornielli Brusati, scolpito nel 1843 da Antonio Bisetti, quello del cardinale Giovanni Cacciapiatti e quello del vescovo galliatese Giacomo Scotti.


 

A -A -A

C.F./P.IVA: 00125680033 - Via Rosselli, 1 - 28100 Novara - Tel. 03213701 - Fax. 03213702207
Note legali - Sito creato da: Servizio Informatico Comunale