Comune di Novara
Numero verde URP 800500257
-

 

 

 
 Home > servizi > urp > dati

COMUNE DI NOVARA


> Guida ai Servizi > LA FAMIGLIA > Avere un figlio

Adozioni Nazionali e internazionali

 
L'Ufficio Adozioni svolge tutte le competenze obbligatorie concernenti l'Adozione Nazionale, Internazionale e casi particolari, come disciplinato dalla relativa normativa.

L'Ufficio svolge le seguenti attività:

- attività di sensibilizzazione e di divulgazione attraverso incontri, serate, convegni;

- attività informativa attraverso colloqui preliminari con le coppie;

- realizzazione di Corsi di Formazione/Informazione per le coppie aspiranti all'adozione, in qualità di Ente referente per l'Equipe sovrazonale della Provincia di Novara e dell'ASL NO;

- Indagini socio-ambientali e psicologiche in fase di istruttoria delle domande di adozione (la coppia sarà convocata per una serie di colloqui, mentre gli operatori effettueranno una o più visite domiciliari) realizzate dall'equipe di territorio  costituita da un'Assistente Sociale e da una Psicologa;

- rapporti operativi con il Tribunale per i Minorenni per l'affidamento preadottivo di minori nati in Italia;

- accompagnamento e sostegno agli affidi preadottivi (per un anno, a partire dal giorno di inserimento del minore nella famiglia, per un periodo più lungo se l'affido è a rischio giuridico). Gli operatori seguono da vicino la coppia al fine di agevolare la sua trasformazione in coppia genitoriale; al termine dell'anno di affido preadottivo, legittimato da un decreto del Tribunale per i Minori l'équipe redige una relazione congiunta sull'andamento del periodo; un ulteriore decreto del Tribunale per i Minori dà luogo all'adozione definitiva;

- sostegno e consulenza nelle adozioni internazionali;

- sostegno alle adozioni definitive.

Dove e quando

La domanda deve essere presentata personalmente presso:

Tribunale dei Minorenni  di Torino
C.so Unione Sovietica  325

Orario: lunedì e mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Requisiti

Art. 6 L. 149/01: per adottare occorre:

- essere sposati da almeno tre anni, oppure, in alternativa, essere in grado di dimostrare almeno tre anni comprensivi di matrimonio e comprovata convivenza.; non essere separati neppure di fatto;

- avere frequentato un corso di formazione (in genere di due giornate), finalizzato a fornire informazioni relative alla legislazione sulle adozioni nazionali e internazionali.e sulle problematiche dei bambini, al termine del quale viene rilasciato un attestato.
A Novara si organizzano un paio di corsi all'anno: in genere in marzo e in novembre; è però prevista la possibilità per coloro che lo desiderano, e che hanno necessità di affrettare i tempi, di frequentare il corso anche fuori Novara.

Come si fa

E' necessario rivolgersi all'assistente sociale dell' Ufficio Adozioni del Servizio Minori, con cui occorre chiedere un appuntamento per un colloquio preliminare.

I coniugi che desiderano dare la propria disponibilità per l'adozione di un minore devono presentare domanda al Tribunale per i Minorenni di Torino (C.so Unione Sovietica, 325). La domanda, che va presentata personalmente dagli interessati, deve essere redatta in tre copie sugli appositi moduli, debitamente compilati e sottoscritti davanti al funzionario del Tribunale dei Minorenni.
E' possibile presentare domanda sia per l'Adozione Nazionale che per l'Adozione Internazionale

Alla domanda occorre allegare:

- autocertificazione di assenso dei genitori degli aspiranti genitori adottivi (se vi è dissenso i genitori stessi verranno convocati o sentiti in merito alle ragionidel loro dissenso). La dichiarazione va redatta in carta libera secondo questa formula:
"I sottoscritti.........genitori di....................acconsentono a che il proprio figlio adotti un bambino anche straniero".
Alla dichiarazione deve essere allegata la fotocopia fronte - retro delle  rispettive carte d'identità;

- una fotografia recente e informale (non formato tessera) della coppia degli adottanti;

- fotocopia dell'attestato di partecipazione al Corso di Formazione/Informazione;
- fotocopia del documento d'identità degli istanti

E' ammissibile la presentazione di più domande anche successive a più tribunali per i minorenni, purchè in ogni caso se ne dia comunicazione a tutti i tribunali precedentemente aditi. La domanda decade dopo tre anni dalla presentazione e può essere rinnovata.

Modalità di erogazione del servizio

La legge prevede due procedure differenti fra loro che prendono il nome di ADOZIONE NAZIONALE e ADOZIONE INTERNAZIONALE.

A) ADOZIONE NAZIONALE: significa che sarà questo stesso Tribunale a stabilire quale famiglia dare a ciascun bambino dichiarato adottabile. In questo caso il Tribunale per i Minorenni dovrà valutare quale famiglia risponda meglio agli specifici bisogni del bambino adottabile.verrà pertanto effettuato un esame comparativo tra gli aspiranti adottanti ed il bambino da adottare. 
Se ad una coppia di aspiranti non viene affidato nessun bambino nell'arco dei tre anni dalla data di presentazione  della domanda , la domanda stessa decade, senza che il Tribunale comunichi alcunchè alla coppia. E' però possibile per gli aspiranti genitori, una volta decaduta la domanda, rinnovarla.

B) ADOZIONE INTERNAZIONALE: l'adozione del bambino sarà pronunciata dall'Autorità Giudiziaria Straniera all'estero. Il Tribunale per i Minorenni Italiano emetterà un Decreto di IDONEITA' o NON IDONEITA' all'adozione Internazionale.
Solo con il Decreto di IDONEITA' la coppia potrà avere in affidamento un bambino dalle Autorità Giudiziarie straniere.
La domanda di Adozione Internazionale decade nel caso in cui i coniugi, una volta ottenuto dal Tribunale il decreto di Idoneità, non si rivolgono presso uno degli Enti autorizzati ex art. 39 L. 1814/83 nel termine di un anno decorrente dal ricevimento del decreto di idoneità. 

Normativa di riferimento

L.476 del 31.12.98
L. 149 del  28.3.2001

Procedura

Il Tribunale per i Minorenni, accertati i requisiti, dispone:
- l'esecuzione di indagini ricorrendo ai servizi socio - assistenziali degli enti locali singoli o associati;
- accertamenti medici avvalendosi delle competenti professionalità delle aziende sanitarie locali ed ospedaliere;
E' prevista la precedenza alla istruttoria delle domande dirette all'adozione di minori un po' più grandicelli dei 6 - 7 anni, o con handicap.
Quindi, le indagini, che devono essere tempestivamente avviate e concludersi entro 120 giorni, prevedono colloqui con assistenti sociali e psicologi e riguardano in particolare la capacità di educare il minore, la situazione personale ed economica, la salute, l'ambiente familiare dei richiedenti, i motivi per i quali questi ultimi desiderano adottare il minore.
Il Tribunale, in base alle indagini effettuate, sceglie tra le coppie che hanno presentato domanda quella maggiormente in grado di corrispondere alle esigenze del minore.  

Il Tribunale per i Minorenni che ha dichiarato lo stato di adottabilità, decorso un anno dall'affidamento preadottivo, provvede sull'adozione con sentenza in camera di consiglio, decidendo di dare luogo o di non dare luogo all'adozione  (contro il quale è possibile fare ricorso).

» Legge Adozioni




 

87.250.65.66A -A -A

C.F./P.IVA: 00125680033 - Via Rosselli, 1 - 28100 Novara - Tel. 03213701 - Fax. 03213703937
Note legali - Uso dei cookie - Sito creato da: Servizio Informatico Comunale