Comune di Novara
Numero verde URP 800500257
-

novara hub del nord ovest

 

 

 
 Home > servizi > urp > dati

COMUNE DI NOVARA


> Guida ai Servizi > LA CASA > Gli Alloggi Pubblici e di Accoglienza

Centro di accoglienza (all'ex villaggio TAV)

 
Il Comune di Novara, attarverso il centro di accoglienza sito in via Alberto da Giussano n.24 presso l'ex Villaggio TAV, soddisfa il bisogno socio-assistenziale di natura temporanea, offrendo ospitalità a persone singole e a nuclei famigliari con figli minori, che si vengano a trovare in una situazione di emergenza abitativa. Presso il villaggio  sono disponibili sia stanze singole  sia mini alloggi per la sistemazione di nuclei familiari con figli minori.

Dove e quando

Per accedere al Servizio occorre segnalare la situazione di emergenza abitativa rivolgendosi  presso:
Servizi alle persone
Sportello Sociale      
Corso Cavallotti   23    a piano terra
Orario: mart./giov./ven.: 9.00 - 11.00; lun./merc.: 14.30 - 16.30.

Per i Servizi Sociali del Comune di Novara  i riferimenti sono:
Assist. Sociale Dr. Enrico GIORDANO
Assist. Sociale Dr.ssa Eliana BALDUCCI

Il centro di accoglienza è sito in:
Via Alberto da Giussano n.24

GESTIONE: Cooperativa "EMMAUS" (che fa riferimento alla Caritas) - tel.0321 403833
Orario: apertura del centro dalle 7.00 alle 22.00;
dalle 9.00 alle 12.00 è presente il responsabile della cooperativa che provvede alla sistemazione degli  ospiti.

Requisiti

Il servizio di accoglienza è rivolto a soggetti singoli e nuclei familiari con figli minori residenti nel Comune di Novara e privi di domicilio stabile.

Non sono previsti interventi a favore di soggetti di passaggio in città o soggetti residenti in altri Comuni del territorio della provincia di Novara.

Cosa occorre

-Un documento di riconoscimento;
-i cittadini stranieri extracomunitari devono essere in possesso del permesso di soggiorno

Come si fa

Per accedere al servizio, gli interessati devono rivolgersi allo Sportello sociale e richiedere un appuntamento per un colloquio con l'assistente sociale, che verificata la situazione, valuta l'opportunità o meno di redigere un progetto di ospitalità.

Modalità di erogazione del servizio

L'assistente sociale, verificata l'effettiva situazione di bisogno del singolo soggetto o del nucleo familiare, attiva il servizio di accoglienza presso la struttura, valutando anche la necessità ulteriori misure di sostegno,  con un eventuale progetto specifico individuale di integrazione sociale, che deve essere accettato dagli interessati.
 Per garantire condizioni ottimali di convivenza tra le persone, agli ospiti inseriti è richiesto di prendere visione e sottoscrivere, per accettazione, anche una sorta di regolamento relativo alle modalità di permanenza e all'utilizzo di spazi e suppellettili. 

La permanenza nel Centro può durare per un massimo di 6 mesi, rinnovabili di altri 6 mesi.

Nel caso in cui le richieste siano in esubero rispetto alla disponibilità ricettiva della struttura viene stilata una lista d'attesa.

Normativa di riferimento

Deliberazione della Giunta Comunale n. 2204 del 22.12.93 - Norme di Pubblica Sicurezza, art. 109; D.G.C. marzo 2005.



 

87.250.65.66A -A -A

C.F./P.IVA: 00125680033 - Via Rosselli, 1 - 28100 Novara - Tel. 03213701 - Fax. 03213702207
Note legali - Sito creato da: Servizio Informatico Comunale