Inserimenti in comunità educative

Il Servizio tutela i minori che si trovano in situazioni di pregiudizio a causa di gravi difficolta e impossibilità da parte delle famiglie d'origine ad occuparsi di loro.
L'area Minori collabora con le autorità giudiziarie competenti  e le comunità educative accreditate che ospitano minori di diverse età.  Nelle comunità viene offerto al minore un ventaglio di interventi mirati all'armonico sviluppo psicofisico e all'integrazione sociale,  attraverso il soddisfacimento dei bisogni fondamentali: assistenza, cura, supporto educativo e istruzione, inserimento in attività di diversa natura. L'affidamento alle comunità educative riveste carattere temporaneo e può  trovare soluzioni successive di sviluppo in  affidamenti  familiari; Le famiglie di origine vengono seguite e supportate nel lavoro di recupero delle responsabilità genitoriali al fine di superare i disagi permettendo al minore il rientro nel nucleo di origine.  L'inserimento temporaneo in una comunità educativa può avvenire esclusivamente su provvedimento dell'Autorità Giudiziaria competente a disporlo.

Modalità di erogazione del servizio

Le équipes territoriali socio-educative valutano, in accordo con l'autorità giudiziaria, la situazione proponendo l'inserimento del minore nella comunità educativa più rispondente ai bisogni o individuando la risorsa su mandato diretto dell'autorità giudiziaria.
Le comunità educative accreditate collaborano con il Servizio Minori, con il Servizio di Neuropsichiatria Infantile e con le Autorità giudiziarie preposte, in special modo  Tribunale per i Minorenni e Tribunale Ordinario.

Riferimenti normativi

  • Legge 8 novembre 2000, n. 32 "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali";
  • Legge 4 maggio 1983, n. 184 "Diritto del minore ad una famiglia" modificata con Legge 28 marzo 2001, n. 149.
  • Legge 8 febbraio 2006, n. 54 "Disposizioni in materia di separazione dei genitori e affidamento condiviso dei figli"
  • LEGGE 10 dicembre 2012, n. 219 "Disposizioni in materia di riconoscimento dei figli naturali"

Corso Felice Cavallotti, 23, 28100 Novara NO, Italia
03213703521
03213703908
sociali@comune.novara.it
lunedi, mercoledi dalle 14,30 alle 16,30
martedi, giovedi, venerdi dalle 09,00 alle 11,00